ID:

Mauro Masera. Fotografo del design italiano

MAURO MASERA

FOTOGRAFO DEL DESIGN ITALIANO 
(1957-1992)
___

mostra a cura di 
Alberto Bassi e Carlo Masera

Università Iuav di Venezia
Tolentini, Aula Magna
Santa Croce 191, Venezia
20 marzo – 19 maggio 2017

inaugurazione
20 marzo 2017, ore 17.00

intervengono 
Alberto Ferlenga, rettore
Alberto Bassi e Carlo Masera, curatori

apertura
21 marzo – 19 maggio 2017
Tolentini, aula Magna

orario
lunedì > venerdì 10.30 > 17.30
chiuso sabato, festivi, 24-25 aprile e 1 maggio
ingresso libero

masera_ima_email

Mauro Masera è fra i maggiori fotografi del design italiano.
Nato e vissuto a Milano, si è formato nell’ambito della fotografia industriale ed è entrato presto in contatto con importanti grafici – da Erberto Carboni a Pino Tovaglia a Michele Provinciali – con i quali collabora assiduamente e attraverso i quali conosce architetti e designer, oltre che le più importanti aziende italiane, avviando rapporti destinati a durare nel tempo. Fra queste vanno ricordate Gavina, Kartell, Arflex, Cassina, Zanotta, Tecno, Alessi e Fontana Arte. Numerose sono anche le collaborazioni con le riviste di design e arredamento, come Abitare o Ottagono.

Nella fase storica del design, che ha inizio negli anni Cinquanta e prosegue nei decenni successivi, l’attività di Mauro Masera si affianca dunque a quella di altri protagonisti della fotografia (ad esempio Aldo e Marirosa Ballo, Giorgio Casali, Serge Libis, Oliviero Toscani e altri).
Il suo lavoro si caratterizza per alcuni aspetti specifici, come l’attenzione ai caratteri, agli elementi compositivi e di dettaglio degli oggetti, anche come esito della sua formazione nell’ambito della fotografia industriale.

Altri fattori che lo individuano sono l’attitudine a organizzare lo spazio fotografico, facendo dialogare e interagire prodotti e figure umane, in una modalità che assieme è caratteristica di un momento storico, ma anche sottolinea un interesse verso la dimensione e gli aspetti della vita quotidiana.
In occasione dell’acquisizione da parte dell’Archivio Progetti dell’Università Iuav di Venezia dell’archivio professionale di Mauro Masera è stata predisposta una prima ricognizione della sua attività, nonché del ricco patrimonio fotografico e documentale.

 

8031 LOW

Dino Gavina, Achille e Pier Giacomo Castiglioni e Michele Provinciali fotografati accanto alla poltrona Sanluca sotto il portico di San Luca a Bologna, 1960. © Mauro Masera. Università Iuav di Venezia, Archivio Progetti.

Sedia Superleggera di Gio Ponti per Cassina a Positano, 1961. © Mauro Masera. Università Iuav di Venezia, Archivio Progetti

Sedia Superleggera di Gio Ponti per Cassina a Positano, 1961. © Mauro Masera. Università Iuav di Venezia, Archivio Progetti

Con l’intenzione di fornire una lettura ampia del lavoro fotografico, che metta cioè in relazione committenza industriale e progettisti nell’ambito del prodotto ma soprattutto della progettazione visiva, la mostra è strutturata in otto sezioni che ricostruiscono vari momenti della attività professionale di Mauro Masera, evidenziando di volta in volta il rapporto con grafici, con imprenditori, con editori, con esponenti della cultura del progetto o altri fotografi.

Alle immagini fotografiche si è scelto di affiancare documenti, dai cataloghi alle riviste, dove le immagini sono state utilizzate allo scopo di meglio comprendere il significato e il contesto d’utilizzo.

Divano Lombrico di Marco Zanuso per C&B, art director Enrico Trabacchi, 1967. © Mauro Masera. Università Iuav di Venezia, Archivio Progetti.

Divano Lombrico di Marco Zanuso per C&B, art director Enrico Trabacchi, 1967.
© Mauro Masera. Università Iuav di Venezia, Archivio Progetti.

Seduta Bobo di Cini Boeri per Arflex, 1967. © Mauro Masera Università Iuav di Venezia, Archivio Progetti.

Seduta Bobo di Cini Boeri per Arflex, 1967.
© Mauro Masera. Università Iuav di Venezia, Archivio Progetti.

Poltrona Throw away, Willie Landels per Zanotta, redazionale per Abitare, art director Michele Provinciali. © Mauro Masera. Università Iuav di Venezia, Archivio Progetti

Poltrona Throw away, Willie Landels per Zanotta, redazionale per Abitare, art director Michele Provinciali. © Mauro Masera. Università Iuav di Venezia, Archivio Progetti.

Questo articolo è stato pubblicato in news, Presentazione

Chiara Lecce

Chiara Lecce, PhD, dopo il conseguimento della laurea magistrale in Design degli interni presso il Politecnico di Milano nel 2008, ha iniziato a collaborare con Giampiero Bosoni per i corsi di Storia del design e dell’architettura e per i Laboratori di progettazione di interni della Scuola del Design del Politecnico di Milano, insieme agli architetti Migliore & Servetto. Dal 2008 inoltre svolge attività di ricerca con la Fondazione Franco Albini partecipando a varie pubblicazioni. Nel 2010 inizia il Dottorato in architettura degli interni e allestimento presso il Politecnico di Milano, durante il quale collabora a diverse pubblicazioni e svolge attività di ricerca presso il CCA (Canadian Centre for Architecture) durante la stesura della tesi finale conseguita nel 2013 dal titolo Living Interiors in the Digital Age: the Smart Home. Dal 2013 è executive editor dell’e-journal PAD (Pages on Arts and Design) e scrive su testate di design on-line. Dal 2014 fa parte del gruppo di ricerca MADEC (Material Design Research Center) del Dipartimento di Design del Politecnico di Milano. Attualmente è docente a contratto presso la Scuola del Design del Politecnico di Milano e prosegue l’attività di designer come libera professionista. Dal 2012 è membro di AIS/Design (Associazione Italiana Storici del Design) e dal 2015 è socio ADI.

I commenti sono chiusi.