Il design: la storia, le storie.

Si tratterebbe in sostanza non certo di risolvere, ma almeno di definire la questione dell’approccio al tema del design: concentrarsi esclusivamente sull’oggetto? fare “storia” alla Vasari (con tutti gli equivoci prodotti dal modello della storia dell’arte)? porsi nell’ottica della produzione o di quella del consumo? limitarsi alle monografie sugli autori, sulle aziende, sui prodotti? dilatare l’orizzonte fino a comprendervi le altre forze culturali in gioco (le forme, i gusti, le tendenze, i paralleli sviluppi della cultura)? e così via.

Da un dibattito del genere potrebbe venir fuori quanto meno una mappa della storiografia del design, dalla quale partire per future e più specifiche analisi.
La discussione, naturalmente, è aperta.