Lo stato dell’arte della fotografia di arredamento sul finire degli anni settanta

Parole chiave: Fotografia, Design, Prodotto industriale, Arredamento

Abstract

Nel gennaio del 1978 la rivista Il fotografo (che si avvaleva della consulenza artistica di Italo Lupi) pubblicava con il titolo Le foto di arredamento un articolo che restituiva in maniera vivida e precisa lo stato dell’arte di questo specifico genere fotografico. Il motivo per cui abbiamo scelto di riproporlo all’attenzione è perché si tratta di un’efficace istantanea − a firma di Giovanna Calvenzi e Paolo Lazzarin − che dava un’idea di cosa significasse essere fotografo di arredamento in quegli anni...

Biografie autore

Paola Proverbio, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano

Laureata in architettura (Politecnico di Milano) e dottore di ricerca in Scienze del design (Università Iuav di Venezia), insegna teoria e storia del design e dell’architettura contemporanea presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore e l’Istituto Europeo di Design. Si occupa in particolare dell’evoluzione del design degli apparecchi d’illuminazione italiani e di arti decorative contemporanee. Dal 2010 si occupa inoltre del rapporto tra design di prodotto e fotografia ed è stata consulente scientifico per la creazione di archivi aziendali digitali (Arteluce, Danese, Flos) e consulente per l’archivio iconografico della rivista «Domus». Ha collaborato con il CASVA (Centro di Alti Studi sulle Arti Visive del Comune di Milano) per lo studio e la catalogazione di archivi di design e architettura. Dal 2019 è nel comitato di direzione di «AIS/Design. Storia e Ricerche».

Noemi Ceriani, Fondazione Achille Castiglioni, Milano

Laureata in Storia dell’arte presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con un tesi sulla Fotografia di design a Milano dagli anni ’50 a oggi. Ha collaborato in qualità di tutor presso il Poli.design durante dei workshop organizzati in partnership con delle aziende straniere. Dal 2018 lavora presso la Fondazione Achille Castiglioni come archivista e collabora all'organizzazione di visite guidate, mostre e conferenze.

Pubblicato
2020-12-25