Pierre-Louis Flouquet, grafico e critico del design: La mediazione del Movimento Moderno in Belgio negli anni fra le guerre

Pierre-Louis Flouquet (1900-1967) è conosciuto principalmente per la sua pittura astratta e per le sue poesie, viceversa è meno noto per la sua attività prolifica di autore e editor di design, che ha svolto in Belgio fra gli anni venti e sessanta del secolo scorso. Concentrandosi sui primi lavori di Flouquet come critico del design e progettista editoriale, realizzati nel periodo interbellico, questo articolo vuole offrire uno sguardo inedito sul contributo che egli ha dato alla cultura del design. In particolare ci si concentra sul discorso che egli elaborò per diffondere presso il pubblico il Movimento moderno e sulla strategia di comunicazione da lui sviluppata, culminata, nel 1932, nella nascita di Bâtir, una delle maggiori riviste di design del Belgio. La capacità di Flouquet di esprimere la sua visione critica simultaneamente mediante la scrittura e la grafica caratterizzò il suo impegno per la divulgazione del design, proseguito per trentacinque anni attraverso riviste e articoli, facendone una delle principali figure di mediatori del design moderno in Belgio.


La versione completa di questo articolo è disponibile in inglese.