ID:

Proroga Abstract AIS/Design Storia e Ricerche #13 “Social Design. Design e bene comune”

Si comunica che la deadline della call for abstracts per il #13 di «Ais Design. Storia e Ricerche» dal titolo “Social Design. Design e bene comune”, inizialmente prevista per il 15 luglio 2019, è prorogata al 9 settembre 2019.
Per le modalità di invio delle proposte e sulle interpretazioni possibili del tema si rimanda a quanto già pubblicato.
Si precisa che la call intende raccogliere contributi che analizzino il tema del bene comune nelle molte declinazioni e sfumature del progetto a cui si è prestato l’argomento nel corso del Novecento.
Non solo, o non tanto, la rilettura dei canali consolidati e più conosciuti, ma rianalizzare il tema del sociale pensando alle molte esperienze (sia nel pubblico sia nel privato) che sono state fatte, tentate, sperimentate in Italia come in altri paesi.
L’intento, quindi, non è affatto storicizzare il social design (che poi è una definizione pretestuosa), semmai provare a definirlo in un’ottica storica e in particolare quali siano le basi su cui poggiano oggi pratiche riconducibili al bene comune. Quali le riflessioni, quali i casi, quali i protagonisti cui oggi sarebbe utile riferirsi.

Questo articolo è stato pubblicato in AIS/Design Storia e Ricerche, Call for papers, Open

Chiara Lecce

Chiara Lecce, dopo la laurea magistrale in Design degli interni nel 2008 ha proseguito il suo percorso presso il Politecnico di Milano con il dottorato di ricerca in Architettura degli interni e allestimento concluso nel 2013 con la tesi Living Interiors in the Digital Age: the Smart Home. Dal 2008 svolge didattica per i corsi di Storia del design e Progettazione di interni della Scuola del Design del Politecnico di Milano. Dal 2013 è executive editor di “PAD Journal” e membro di redazione della rivista “AIS/Design Storia e Ricerche”, oltre che autore per diverse riviste scientifiche del settore. Attualmente è assegnista di ricerca e docente a contratto presso il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e si occupa di Storia e metodologie dell’exhibit design. Dal 2016 è tutor all’interno del progetto europeo H2020 “Design for Enterprises”. Dal 2009 collabora con la Fondazione Franco Albini e con altri importanti archivi del design italiani, oltre a svolgere la professione di interior designer freelance.

I commenti sono chiusi.