ID:

Mostre | Luca Meda. La felicità del progetto

Triennale di Milano. 8 Maggio – 8 Giugno 2014

Schermata 06-2456813 alle 10.58.46

La mostra Luca Meda. La felicità del progetto, a cura di Nicola Braghieri, Rosa Chiesa, Serena Maffioletti e Sofia Meda, nasce dal lavoro di riordino dell’archivio Meda oggi custodito presso l’Archivio Progetti Iuav. Essa si sostanzia dunque di una ricchissima quantità di documenti e disegni, tale da testimoniare l’ampiezza tematica e figurativa dell’autore che, come riportato dai curatori, “ha coniugato architettura e design in un ininterrotto e giocoso impeto creativo: la mostra, ampiamente costituita da schizzi di studio, racconta soprattutto l’ideazione delle opere, da cui traspare quello sguardo vitale che Luca Meda rivolge allo spazio abitato ancor più avvincente per il modo in cui esso è animato, da donne soprattutto, rotonde e festose, da uomini, animali, giullari […] mentre la mano veloce appunta inarrestabile”. La mostra offre una diversa consistenza dell’autore “tra persone, oggetti, forme”, ne traspare una figura complessa, non raccontabile solo attraverso i più consueti approcci tematici o cronologici.

Maggiori informazioni a questo link.

Questo articolo è stato pubblicato in news

Chiara Mari

Dottore di ricerca in Storia dell’arte contemporanea, dal 2009 è impegnata nella ricerca e nella didattica universitaria presso l’Università Cattolica di Milano e di Brescia. Attualmente sta svolgendo un progetto di ricerca post-dottorato presso la Fondazione Giorgio Cini di Venezia. I suoi contributi di studio hanno riguardato aspetti della ricerca artistica italiana sia dell’Ottocento che del Novecento, in modo particolare l’illustrazione e la caricatura nella Milano della seconda metà dell’Ottocento, i dibattiti critici sulla scultura monumentale e sul rapporto tra arti decorative e architettura tra anni venti e quaranta del Novecento, gli sconfinamenti tra media e discipline e l’apertura dell’arte allo “spazio sociale” tra anni sessanta e anni settanta, il dialogo tra arti visive e medium televisivo.

I commenti sono chiusi.