ID:

Makers, una nuova rivoluzione industriale?

Sull’onda di tecnologie sempre più disponibili, sfruttando la diffusione delle comunità online e del software e hardware open source, sta emergendo una nuova classe di creativi che producono autonomamente strumenti, oggetti d’uso e gadget. Per capire se sia un circoscritto fenomeno di artigiani e hobbisti tecnologici oppure l’avanguardia di una nuova rivoluzione industriale, che avrà un impatto significativo sui processi economici e del lavoro, ne discutono – a partire dai libri di Stefano Micelli, Futuro artigiano, Venezia 2012 e Chris Anderson. Makers. Il ritorno dei produttori, Milano 2013 – studiosi ed esponenti di questo fenomeno.

Intervengono
Ivana Paris (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)
Raimonda Riccini (Università Iuav di Venezia)
Zoe Romano (wefab.it)

Sarà presente Stefano Micelli

Partecipano all’evento Marinella Levi, i ricercatori, i progettisti e le stampanti di +LAB, il nuovo laboratorio di stampa 3D del Politecnico di Milano. Durante l’evento sarà possibile assistere alla stampa di alcuni oggetti e verificare limiti e potenzialità della tecnologia.

Venerdì 22 novembre 2013
Ore 17.00 – 19.00

Villa Mylius
Largo La Marmora, 17
Sesto San Giovanni (MI)

In collaborazione con
Fondazione ISEC – Istituto per la Storia dell’Età Contemporanea
ADI – Associazione per il Disegno Industriale
AIS/Design – Associazione Italiana degli Storici del Design

Per informazioni
comunicazioni@fondazioneisec.it
www.fondazioneisec.it
Tel. 02 22476745

Questo articolo è stato pubblicato in news

Giulia Ciliberto

Giulia Ciliberto, nata a Napoli nel 1984, è una progettista e ricercatrice italiana operante principalmente nell’ambito del visual design orientato alla comunicazione, al web e all’editoria. Nel 2012 ha conseguito il diploma di laurea magistrale in Comunicazioni Visive e Multimediali presso l’Università Iuav di Venezia, ateneo dove sta attualmente svolgendo il dottorato di ricerca in Architettura, Città e Design, curriculum Scienze del Design. Il progetto di tesi, inerente alla pedagogia dei fondamenti del design della comunicazione, è supportato dal regolare svolgimento di attività di tutoraggio e assistenza alla didattica nel medesimo campo disciplinare. Dal 2012 collabora con l’Associazione Italiana degli Storici del Design nel ruolo di redattrice della rivista AIS/Design: Storia e Ricerche, e dal 2014 con il Prato Publishing House (PD) in qualità di direttrice della rivista Progetto Re-Cycle.

I commenti sono chiusi.