ID:

Grafica e Avanguardie: i Bauhausbücher

04. 2017 – 30. 06. 2017
lunedì – venerdì
h  9. 30 –  17. 00

Spazio Mostre Archivi Storici
Politecnico di Milano
Campus Bovisa – Ed. B1
via Candiani, 72 – Milano

0001

La mostra, organizzata da Archivi Storici del Politecnico di Milano, ripercorre uno straordinario progetto grafico ed editoriale nato all’interno del Bauhaus e curato da Walter Gropius e Lazlo Moholy-Nagy. Nel 1925 mentre la celebre scuola di architettura e arti applicate si trasferisce da Weimar, dove era nata, a Dessau, iniziano infatti a uscire i Bauhausbücher, una innovativa collana definita dagli stessi curatori “una serie di libri esempio dell’integrazione di problemi culturali”: libri oggetto e insieme libri didattici, ideati da docenti della scuola quali Gropius, Kandinskij, Klee, Moholy-Nagy e Schlemmer e da artisti e progettisti d’avanguardia come Malevic, Oud, Van Doesburg.

Dieci dei quattordici volumi della serie, che si conclude nel ’30 quando il Bauhaus è ormai a Berlino e la chiusura della scuola imminente, sono conservati nella biblioteca storica di Albe e Lica Steiner, ora presso gli Archivi Storici del Politecnico di Milano, e costituiscono il luogo centrale della mostra.

Acquistati dal grande grafico milanese alla libreria Salto – che fu insieme galleria di importanti esposizioni d’arte e casa editrice – furono per lui oggetto affascinante di studio della cultura delle avanguardie europee, ancora mal conosciute nell’Italia di allora, e fonte non secondaria di ispirazione nel suo lavoro.

Volumi significativi per contenuto e forma, in cui la tipografia e la fotografia diventano elementi centrali di comunicazione, i Bauhausbücher segnano una svolta nel mondo della progettazione grafica che verrà in seguito profondamente meditata e riconsiderata da personalità del valore di Paul Renner e Jan Tschichold.

Volumi contenitori di fonti visive tipo-foto-grafiche essi diventeranno, e questo pure la mostra intende documentare, punto di riferimento dalla più aggiornata cultura grafica italiana degli anni trenta e quaranta, in special modo quella delle riviste di architettura che ne riecheggiano gli stilemi grafici e ne riusano significativi elementi.

Milano, 3 aprile 2017 Inaugurazione della mostra: "Grafica e avanguardie. I Bauhausbücher" in programma dal 3 aprile al 30 giugno 2017 presso gli archivi del Politecnico di Milano. foto e © di Matteo Bergamini/Lab Immagine (progettazione, produzione e gestione di prodotti comunicativi) Dipartimento di DESIGN, Politecnico di Milano – 02-2399.7805/06 - labimmagine-design@polimi.it

Inaugurazione della mostra: “Grafica e avanguardie. I Bauhausbücher” in programma dal 3 aprile al 30 giugno 2017 presso gli archivi del Politecnico di Milano.
foto e © di Matteo Bergamini/Lab Immagine (progettazione, produzione e gestione di prodotti comunicativi) Dipartimento di DESIGN, Politecnico di Milano.

Milano, 3 aprile 2017 Inaugurazione della mostra: "Grafica e avanguardie. I Bauhausbücher" in programma dal 3 aprile al 30 giugno 2017 presso gli archivi del Politecnico di Milano. foto e © di Matteo Bergamini/Lab Immagine (progettazione, produzione e gestione di prodotti comunicativi) Dipartimento di DESIGN, Politecnico di Milano – 02-2399.7805/06 - labimmagine-design@polimi.it

Inaugurazione della mostra: “Grafica e avanguardie. I Bauhausbücher” in programma dal 3 aprile al 30 giugno 2017 presso gli archivi del Politecnico di Milano.
foto e © di Matteo Bergamini/Lab Immagine (progettazione, produzione e gestione di prodotti comunicativi) Dipartimento di DESIGN, Politecnico di Milano.

———

mostra a cura di
Luciana Gunetti
Mario Piazza
Marco Vitale

progetto grafico
Francesco E. Guida

progetto di allestimento sala espositiva
Lola Ottolini

realizzazione dell’allestimento
Laboratorio Allestimenti “Paolo Padova”
Politecnico di Milano, Dipartimento di Design

video
Laboratorio Immagine
Politecnico di Milano, Dipartimento di Design

Stampe
Grafiche Mainardi

Produzione
Cristian Borrello
Cristina Mandelli
Archivi Storici – Politecnico di Milano
Area Servizi Bibliotecari di Ateneo

Download (PDF, 1.17MB)

Questo articolo è stato pubblicato in news

Chiara Lecce

Chiara Lecce, dopo la laurea magistrale in Design degli interni nel 2008 ha proseguito il suo percorso presso il Politecnico di Milano con il dottorato di ricerca in Architettura degli interni e allestimento concluso nel 2013 con la tesi Living Interiors in the Digital Age: the Smart Home. Dal 2008 svolge didattica per i corsi di Storia del design e Progettazione di interni della Scuola del Design del Politecnico di Milano. Dal 2013 è executive editor di “PAD Journal” e membro di redazione della rivista “AIS/Design Storia e Ricerche”, oltre che autore per diverse riviste scientifiche del settore. Attualmente è assegnista di ricerca e docente a contratto presso il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e si occupa di Storia e metodologie dell’exhibit design. Dal 2016 è tutor all’interno del progetto europeo H2020 “Design for Enterprises”. Dal 2009 collabora con la Fondazione Franco Albini e con altri importanti archivi del design italiani, oltre a svolgere la professione di interior designer freelance.

I commenti sono chiusi.