ID:

Angelica e Bradamante: le Donne del Design. Terzo convegno nazionale AIS/Design

Il 17 e 18 giugno prossimi, presso la Triennale di Milano, si terrà il Terzo Convegno Nazionale di AIS/Design – Associazione Italiana Storici del Design.

In questa occasione, verrà portato al centro della riflessione storica il rapporto fra donne e design, per far emergere i profili di donne protagoniste sconosciute ai più e contribuire così a un ripensamento – ormai assolutamente necessario – delle gerarchie e dei valori che hanno fondato sino ad oggi la ricostruzione delle vicende del design.

Il programma, che si snoderà in due giornate (venerdì dalle 9.30 alle 17.30 e sabato dalle 9.30 alle 13.30), darà spazio a una discussione sui problemi delle donne nella formazione e nella professione utile a elaborare una prospettiva sempre più inclusiva del femminile nella storia e nel futuro del design.

saveTheDate2.ai


GDE Errore: Errore nel recupero del file - se necessario disattiva la verifica degli errori (404:Not Found)
Questo articolo è stato pubblicato in Convegno, news

Chiara Lecce

Chiara Lecce, dopo la laurea magistrale in Design degli interni nel 2008 ha proseguito il suo percorso presso il Politecnico di Milano con il dottorato di ricerca in Architettura degli interni e allestimento concluso nel 2013 con la tesi Living Interiors in the Digital Age: the Smart Home. Dal 2008 svolge didattica per i corsi di Storia del design e Progettazione di interni della Scuola del Design del Politecnico di Milano. Dal 2013 è executive editor di “PAD Journal” e membro di redazione della rivista “AIS/Design Storia e Ricerche”, oltre che autore per diverse riviste scientifiche del settore. Attualmente è assegnista di ricerca e docente a contratto presso il Dipartimento di Design del Politecnico di Milano e si occupa di Storia e metodologie dell’exhibit design. Dal 2016 è tutor all’interno del progetto europeo H2020 “Design for Enterprises”. Dal 2009 collabora con la Fondazione Franco Albini e con altri importanti archivi del design italiani, oltre a svolgere la professione di interior designer freelance.

I commenti sono chiusi.