SaggiID: 0202

On Walter Gropius’s theory of perception

This article examines Walter Gropius’s theory of perception with reference to his publication Is There a Science of Design? written in 1947. The first part of this publication looks at some of the influences deriving from Ganzheitspsychologie and the New Look on Perception. In particular, it discusses a perceptual demonstration by Earl C. Kelley, cited by Gropius. In his paper, Gropius also touches on some principles of phenomenology, with which he lays the theoretical basis of perceptual intersubjectivity. The article also brings to light some of his insights on the scientific study of expressive qualities and the relationship between subject and environment and reveals the influences of Gestalt theory and the spiritualistic psychology upon Gropius’ theory of perception.

Questo articolo è stato pubblicato in AIS/Design Storia e Ricerche, numero 2 ottobre 2013

Michele Sinico

Si è formato all’Università Trieste, all’Università di Portsmouth e all’Università di Padova dove ha ricevuto il PhD in Psicologia sperimentale. Ha insegnato Psicologia della comunicazione all’Università di Bologna e Psicologia generale all’Università Ca’ Foscari. Attualmente insegna Psicologia della percezione ed Ergonomia al claDIS.
Tra i libri pubblicati: Expressive Design (Mimesis), Scienza degli osservabili (Pitagora) e, insieme a Mario Zanforlin, ha curato in due volumi, I recenti sviluppi della teoria della Gestalt in Italia (Pitagora). Ha inoltre pubblicato numerosi articoli su riviste nazionali (GIP, Teorie e Modelli, Ricerche di Psicologia) e internazionali (Perception, Journal of Experimental Psychology, Gestalt Theory, Theory & Psychology, Axiomates, Review of Psychology, Perceptual and Motor Skills, Behavioral and Brain Sciences).
I suoi interessi, nel campo del design, riguardano: l’applicazione della scienza della percezione nel disegno industriale, l’applicazione delle qualità espressive nel design espressivo-emozionale, l’ergonomia sensoriale (preferenza, piacevolezza, usabilità, sicurezza, funzionalità), test e metodi per il controllo scientifico del prodotto industriale inerenti al fattore umano, la ricerca storiografica su specifici temi teorico-metodologici.

Comments are closed.