ID:

L’archivio dello Studio De Pas-D’Urbino-Lomazzi presso il CASVA

This article is available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

All’interno della collana Quaderni del CASVA, è stato recentemente pubblicato il volume di Maria Teresa Feraboli dedicato all’archivio di industrial design, architettura e allestimento, De Pas-D’Urbino-Lomazzi, donato nel 2009 da Donato D’Urbino e Paolo Lomazzi al CASVA, Centro di Alti Studi sulle Arti Visive del Comune di Milano. L’autrice, architetto e docente presso Politecnico di Milano, ha curato per conto del CASVA il riordino e la catalogazione dell’archivio, una delle prime sperimentazione in campo archivistico di catalogazione della documentazione digitale prodotta dagli studi di architettura.

Poltrona Blow, De Pas-D’Urbino-Lomazzi

La pubblicazione risulta interessante sia per il ricco repertorio iconografico contenuto, illustrativo dei numerosissimi progetti messi a punto dal gruppo, sia come testimonianza storica del passaggio avvenuto dall’uso di strumenti e modalità progettuali di tipo tradizionale, alle ormai diffuse modalità digitali.

Poltrona Joe, De Pas-D’Urbino-Lomazzi

Maria Teresa Feraboli
L’archivio dello Studio De Pas-D’Urbino-Lomazzi presso il CASVA
con una presentazione di Fulvio Irace
Milano, CASVA, 2012

Questo articolo è stato pubblicato in news

Giulia Ciliberto

Giulia Ciliberto, born in Naples in 1984, is an Italian designer and researcher, operating mainly in the field of visual design for communication, web and publishing. In 2012, she received her Master’s Degree in Visual and Multimedia Communications from the Iuav University of Venice, where she is currently pursuing a PhD in Architecture, City and Design, in the Design Sciences curriculum. The research project, which concerns the pedagogy of communication design fundamentals, is supported by her regular involvement as a tutor and teaching assistant in the same disciplinary area. Since 2012, she has collaborated with the Italian Association of Design Historians (AIS/Design) on the editorial committee of AIS/Design: History and Research magazine, and since 2014 she has worked with Il Prato Publishing House (Padua, IT), as the director of Progetto Re-Cycle magazine.

Comments are closed.