ID:

Ernesto Basile nella storia del design

This article is available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Lunedì 29 settembre 2014 a Palermo si terrà la giornata di studio “Ernesto Basile nella storia del design”. Il progetto, curato da Raimonda Riccini, è stato promosso da AIS / Design – Associazione Italiana degli storici del Design e dalla Soprintendenza Archivistica per la Sicilia, in collaborazione con l’Università degli Studi di Palermo e la Fondazione Livia Titi Basile. L’incontro vede la presenza di istituzioni, studiosi e giovani ricercatori di AIS / Design qualificati negli ambiti degli archivi, della ricerca storica e della valorizzazione. Dopo i saluti istituzionali, che apriranno i lavori alle 9.30 presso l’aula magna del Dipartimento di Architettura, avrà inizio la prima sessione, cui parteciperanno Ettore Sessa, Vanni Pasca, Philippe Daverio e Rossana Carullo. Seguirà una visita alla mostra permanente delle Collezioni Basile e Ducrot e, dalle 16.30 la seconda sessione presso l’Archivio di Stato, con la presenza di Eleonora Marrone Basile e dei ricercatori di AIS /Design. Dalla discussione della giornata, che metterà in luce il ruolo di un protagonista della cultura artistica e architettonica italiana capace di guardare all’Europa, ai linguaggi della modernità e di colloquiare con le imprese, potranno emergere spunti per ricerche che esplorino il sodalizio fra Basile e le aziende siciliane (in particolare Ducrot e Florio), a partire dagli splendidi materiali archivistici conservati a Palermo.

Maggiori informazioni sul programma a questo link.

Questo articolo è stato pubblicato in Giornata di studi, news

Chiara Mari

Chiara Mari, PhD in History of Contemporary Art, since 2009 is engaged in research and teaching at the Catholic University of Milan and Brescia. Thanks to a postdoctoral fellowship, she is currently working on a research project at the Fondazione Giorgio Cini in Venice. Her contributions to historical-critical studies investigate aspects of Italian art of the 19th and 20th centuries. She has focused in particular on Milanese caricatures of the second half of the nineteenth century, on the critical debates on monumental sculpture (1920s-1940s), on artistic research between the Sixties and the Seventies and on the dialogue between the visual arts and television.

Comments are closed.