Warning: Parameter 2 to qtranxf_postsFilter() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.aisdesign.org/home/aisd/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286

MicrostorieID: 0510

The double invention. A communicative prototype of food industry. The case of Star

The central hypothesis is that the industry itself is, in effect, a source of communication, a place that also produces communication, a center able to establish specific communicative models and to coordinate in time all the necessary informative flows. The birth of some products is necessarily, a double innovation: they affect both the production plan in the strict sense and the communicative plan. In this sense it must be recognized to them a clear value of prototype. The case Star is that of an industry that participates to the complex communicative strategy of the Fifties, when the end of food insecurity was bring to completion, also in term of collective imagination. The process of industrial food sector iconicization passes then for a domestic face, for family appearance: active of an iconography of foundation, very similar to the one made at the dawn of the art of advertising: the value systems around the consumer product are translated through a process of personification, now transferred on the narrative plan of domesticity.


 

Questo articolo è stato pubblicato in AIS/Design Storia e Ricerche, numero 5 speciale expo

Giovanni Baule

È professore Ordinario di Disegno Industriale presso la Scuola del Design (Politecnico di Milano) dove è stato Presidente del Corso di Laurea in Design della Comunicazione dalla sua istituzione e co-coordinatore del Dottorato in Disegno Industriale e Comunicazione Multimediale. Esperto di comunicazioni visive, si occupa di teoria e metodi del progetto di comunicazione; è promotore del centro Design della Comunicazione per il Territorio – DCxT. Direttore scientifico della collana Design della Comunicazione, Franco Angeli, è membro del comitato scientifico di MuVi – International exhibition of video and moving image on synesthesia and visual music e Scientific Istitutional Partner dell’International Journal of McLuhan Studies. Dal 1985 al 2008 è direttore di Linea Grafica (XIV Compasso d’Oro), dal 1990 al 1996 è direttore di Area. Già membro del Comitato scientifico del Museo dell’Illustrazione di Ferrara edel Comitato Direttivo di ADI, Associazione Italiana per il Disegno Industriale, è membro onorario di AIAP, Associazione Progettisti della Comunicazione Visiva.

Comments are closed.